Blog

Marketers al primo H-ACK INDUSTRY di H-FARM

Alcuni soci Marketers hanno partecipato all’H-ACK, il primo format di hackathon completamente dedicato al mondo delle aziende.

12 Ottobre 2013
Sabato mattina, ore 9.30, H-Farm.

Il tempo non è dei migliori ma, aperta la porta della serra (proprio così, il bar qui si chiama serra), il profumo di caffè e brioches e l’atmosfera accogliente e frizzante, mettono subito a proprio agio.h-ack

L’occasione della nostra visita è la partecipazione all’H-ack industry, una maratona di 24 ore dedicata a diversi settori industriali, con lo scopo di trovare soluzioni digitali a business tradizionali. Un hackaton aperto per la prima volta non solo ai developer, ma anche a designer e marketing specialist.

Subito dopo il brief delle aziende, comincia la sfrenata ricerca di compagni di lavoro e si mercanteggia per accaparrarsi un programmatore o una delle altre figure mancanti per formare il gruppo.
Creati i team, inizia il countdown: 24 ore per confrontarsi con i compagni, sbizzarrirsi con la fantasia e sviluppare un progetto integrando le competenze dei diversi membri della squadra.

Connessione wifi, prese di corrente a volontà, computer, RedBull, contest notturni a sorpresa, creatività ed entusiasmo: gli ingredienti per una buona riuscita ci sono tutti.

Il tempo passa veloce: si pranza, si lavora, si fa merenda, si lavora, si bevono uno, due, tre caffè (i primi di una lunga serie), arrivano le pizze, si beve una birra e ci si prepara a una notte di sorprese.
Verso l’una inizia la prima sessione di contest notturni, alle tre e mezza la seconda: sfide a colpi di flessioni, birre al salto, corse al buio nei prati, fossi da saltare, colori da indovinare in base al codice esadecimale e premi come iPad mini o iPhone.

Dopo la nottata, divisi tra chi imperterrito ha continuato a lavorare (grazie RedBull!) e chi ha optato per un sonnellino, si comincia a vedere l’alba dalle pareti di vetro della serra e arriva l’ora di rilassarsi con un po’ di yoga.

h-ack marketers

Si riattivano i sensi con la colazione e l’ennesimo caffè, il tempo sta per scadere e ci si prepara a concludere i progetti e presentarli alle aziende.

A conclusione di questa originale maratona, in attesa di scoprire le votazioni dei giudici, non poteva mancare un goloso barbecue nel prato di H-Farm.

Che dire, un’esperienza che merita davvero di essere provata, un’occasione di mettersi alla prova lavorando e divertendosi..ci rivediamo al prossimo H-ack!

Alessandra Vianello