Blog

#HackTravel: 24 ore di idee

Il weekend del 05 e 06 Aprile ho partecipato assieme ad altri otto Marketers all’ultimo H-Ack organizzato da H-Farm.
Dopo averne tanto sentito parlare, finalmente anche per me era arrivata l’occasione di vivere questa esperienza in prima persona.

Soci Marketers

I Marketers all’ H-Ack

Prima di tutto, vorrei ringraziare i talentuosi membri del gruppo Ve.Nice che sono diventati i miei compagni di avventura per 24 intensive ma fantastiche ore: i designer Giovanna Celeghin, Francesco Fornasier e Cristina Platero, i marketers Alessandra Vianello, Ludovico Busetto e Alessandro Melillo e il giovanissimo developer Lorenzo Siega. Grazie per aver contribuito a rendere questa esperienza indimenticabile.

Ma torniamo a noi.

Appena arrivata in H-Farm, sono stata catapultata nel bel mezzo di una bolgia: 400 hackers, con una netta prevalenza di marketers, alla ricerca di developers e designer. Questa caccia al dev ha segnato il vero inizio del mio weekend ed è stata la prima prova da superare: presentarsi a perfetti sconosciuti e convincerli ad entrare nel team.

Tweet HAck

Una volta formato il gruppo e aver deciso quale brief sviluppare, siamo partiti con il lavoro duro e con la seconda prova che, forse, è anche la più difficile: riuscire a fare squadra con persone che non conosci e lavorarci bene insieme.
Per questo sicuramente ci vuole anche un po’ di fortuna (e io ne ho avuta), ed è normale che su otto persone, molte delle quali mai viste prima, non si possa andare d’accordo con tutti, ma la sfida è proprio questa: riuscire a focalizzarsi solo sul meglio, magari buttando giù qualche rospo ma cercando di entrare nell’ottica che si lavora insieme per un unico obiettivo.
Ricordiamoci che alla fine si tratta solo di 24 ore, meglio un piccolo sforzo di diplomazia che rovinarsi un’esperienza potenzialmente fantastica a causa di malumori all’interno del gruppo.

Gruppo Ve.Nice al lavoro

Il momento di sviluppo del progetto poi è stata la parte più incredibile: 24 ore no stop di idee, fatica, risate, imprecazioni, stupore nello scoprire le capacitá degli altri e perché no, anche le proprie, fame, stanchezza e ovviamente…selfie!
Arrivi la Domenica mattina che sei totalmente adrenalinico e fiero del lavoro che hai fatto e non vedi l’ora di presentarlo al tuo pubblico. A me è toccata anche questa parte e la soddisfazione alla fine dei tre minuti è stata enorme.

A questo proposito, vorrei complimentarmi anche con gli altri Marketers che hanno partecipato a questo H-Ack, in particolare con il gruppo di Alberto Dal Corso, Andrea Pavan, Giulia Zanichelli e Mattia Stagnitta che si sono portati a casa il secondo posto per Bravo Fly e con il gruppo di Giulia Panighello che, oltre ad aver avuto una menzione da parte di Costa Crociere per essere stata la miglior presentazione (il corso di presentation design organizzato da Marketers Club qualche giorno prima a quanto pare è servito 😉 ), è stato anche scelto per il periodo di incubazione in H-Camp.

Marketers vincitori

Per quanto riguarda il mio gruppo, non abbiamo vinto ma uscendo sono incappata in questa citazione di Steve Jobs: “Sono convinto che quello che distingue le imprese di successo da quelle che il successo non lo raggiungono è solo pura perseveranza” , quindi, che dire…ci vediamo al prossimo H-Ack! 😉

Olga Baratto

Presentazione del lavoro